Evelyne Disseau

L'IMPATTO DELLE EMOZIONI DELLA MAMMA SUL BAMBINO IN UTERO

 

Lo Yoga insegna da sempre che corpo e mente sono legati. Adesso anche la Scienza sembra interessarsi molto alla relazione mente-corpo e alle emozioni dell’essere umano con le conseguenze che possono avere sul corpo fisico.

Sono stati pubblicati interessanti lavori sull’argomento:

  • “Molecole di Emozioni” Candace B. Pert, ricercatrice in fisiologia e biofisica
  • “Il Cervello Anarchico” Enzo Soresi, medico-chirurgo, specialista in anatomia patologica
  • “Il secondo cervello” Michael D. Gershon, anatomia e biologia cellulare
  • “La donna che morì dal ridere” V.S. Ramachandran, professore di neuroscienza
  • “Intelligenza emotiva”D. Goleman, psicologo

Le cellule vibrano sotto l’influsso di queste emozioni e le conservano nella loro memoria, che siano positive o negative. Il corpo è sempre coinvolto.

Le emozioni si manifestano nel corpo della madre in un modo molto evidente: il battito cardiaco cambia ritmo, il flusso del sangue accelera, scariche di ormoni creano delle risposte alle situazioni che si presentano, adrenalina nella paura e la collera, endorfine nel piacere fisico.
Ma allora possiamo dire che le emozioni della madre coinvolgono il corpo del bambino in utero?.

Non è possibile negare che le emozioni vissute dalla madre non abbiano un impatto sul suo bambino che cresce in utero. Dato che il bambino in utero è dipendente da tutto quello che la madre vive nel proprio corpo, ogni emozione che coinvolge il corpo della madre coinvolge anche il corpo del bambino, che viene investito dall’adrenalina o dalle endorfine e ne subisce le conseguenze, positive se si tratta di endorfine, negative se si tratta di adrenalina.

Queste sensazioni vissute dal bambino possono essere considerate stimolazioni che contribuiscono alla formazione del suo sistema nervoso e della sua memoria emotiva. Egli riconosce le emozioni che vive la madre, perché le vive anche lui. Ma le emozioni negative che diventano ripetitive generano dolorosi tensioni muscolari e, naturalmente, hanno un effetto di stress sul bambino.

Quindi la madre deve sapere come gestire le proprie emozioni.
La consapevolezza delle proprie emozioni può aiutarla a gestirle. Per acquisire questa consapevolezza è sufficiente che impari ad essere in ascolto di tutto quello che le accade nella vita quotidiana e delle relative sue reazioni: la respirazione, i movimenti involontari del corpo, le tensioni nel viso, nel collo, nelle spalle, nella schiena e anche nella pancia, il diaframma bloccato e la gola stretta, anche il tono della voce cambia. Il corpo non è in grado di fingere… rispecchia sempre i nostri veri sentimenti.

Riconoscere le proprie emozioni è molto importante, accettarle lo è ancora di più. Da quel momento è possibile gestirle.


Cosa significa gestire le proprie emozioni? Significa:

• Essere presente a se stessi
• Interferire sulla respirazione e rilassare il diaframma
• Rilassare i muscoli del collo
• Rilassare la mascella
• Scaricare l’emozione con una qualsiasi azione del corpo
• Rivolgere l’attenzione al bambino e parlare con lui, mettendo le mani sulla pancia.

A seconda del carattere:

• Ascoltare musica
• danzare
• Camminare
• Guardare delle immagini rilassanti (pitture a dominanza di colori blu e verde)
• Fare una doccia calda o fredda
• Cantare
• Scrivere per chiarire bene cosa succede e se non è il caso di ridimensionare la propria reazione .

E tutto quello di cui si sente la necessità… anche urlare! A condizione di spiegare al bambino che la mamma sta eliminando uno stress che disturba tutti i due…

 

Evelyne Disseau, presidente dell'Eliotropio che ha fondato nel 1985, studia da sempre l'essere umano. Svolge varie attività, è Insegnante di Yoga e Audiopsicofonologa (attività professionali disciplinata ai sensi della legge 14/01/2013, n.4) utilizza queste discipline anche per accompagnare i genitori durante la gravidanza. 

Ha scritto "Sarai per sempre mia madre" (su Macrolibrarsi in edizione cartacea e su Amazon in edizioni ebook)


 

ELIOTROPIO
Milano-Via Alberto Durer 15
Tel.  (+39)  329 861 0725

mail: segreteria@eliotropio.org

Giorni e Orari

YOGA

Ogni Lunedì alle ore 19,15

 

MEDITAZIONE

1 venerdì al mese alle ore 19,00

 

SCUOLA DI VITA PRENATALE

una volta alla settimana dalle ore 19,30

 

MASSAGGI

dopo 15 giorni dalla nascita

2 incontri

 

AUDIOPSICOFONOLOGIA

Sistema musicale creato dal

Prof. Alfred TOMATIS

A richiesta durante la gravidanza

Su appuntamenti per altro

 

ASTROLOGIA

Scuola di Astrologia umanistica

una volta al mese

 

TRA POCO---

• ASTROLOGIA (per principianti)

Domenica 14 Maggio 2017

 

Link amici

Stampa Stampa | Mappa del sito
© Centro di Ricerche Culturali e Spirituali ELIOTROPIO - Milano Via Alberto Durer 15